Il Corallo di Sciacca

Corallo siciliano raccolto intensivamente dal 1875 fino al primo ventennio del '900 colore Rosa salmone, dall'intenso al pallidissimo.

Varietà del corallium rubrum giaceva in enorme quantità sul fondo fangoso, ha conformazione a rami lunghi e affusolati dello spessore massimo di 8mm.
Presente nel passato a meno di 30 miglia dalla costa di Sciacca ad una profondità compresa tra i 40 e i 200 metri, a seconda dei banchi.

Tutto ebbe inizio un giorno di Luglio del 1831 quando, nella secca chiamata “Bummolo”, il mare improvvisamente si aprì ed un vulcano, in un inferno di fuoco, annunciò la comparsa di un'isola. Questa prese il nome di Ferdinandea in onore al Re Ferdinando II di Borbone. Essa però non ebbe lunga vita e nell'inverno dello stesso anno sprofondò nuovamente negli abissi portando con sé "l'oro rosso" di cui era ricolma.
Evidentemente, un tale tesoro non era destinato a rimanere celato nelle profondità degli abissi e nel 1875 Berto Ammareddu, capitano di una paranza (coppia di barche che trainavano una rete a strascico), scoprì che a qualche miglio dalla costa di Sciacca un altro banco di corallo (Banco Graham) era emerso da uno strato di fango.
Nel giro di pochi anni altri due banchi furono scoperti: uno più vicino alla costa chiamato “Terraneo” e uno più a largo chiamato “Foraneo”.

La notizia si sparse velocemente per tutta l'Europa, questo causò la razzia indiscriminata di suddetti banchi che finirono inesorabilmente con l'estinguersi a causa delle tecniche di pesca adottate.

Soltanto negli ultimi decenni questi banchi stanno riprendendo a crescere.

Ti potrebbe interessare anche:

Richiesta disponibilitÓ

Nome:
Cognome:
Email:
Telefono:
Persone:
dal:
al:
  Privacy
Note:
 
Copia il codice qui:

LocalitÓ siciliane

Sciacca, ottimo punto di partenza per effettuare escursioni di un giorno o più, verso le più rinomate località siciliane.
Conoscere la Sicilia visitando luoghi, ognuno dei quali con proprie  caratteristiche, artistiche, architettoniche, gastronomiche.

Eraclea Minoa

Situati all'inizio di Capo Bianco, i resti della città greca di Eraclea Minoa occupano un luogo magnifico sul bordo di una collina solitaria sul mare. Ai suoi piedi, la costa apre nella lunga e bianchissima ...

[continua]

Segesta

Segesta fu una delle principali città degli Elimi, un popolo di cultura e tradizione peninsulare che, secondo la tradizione antica, proveniva da Troia.
La città, fortemente ellenizzata per aspetto ...

[continua]

Isola di Mothia

Mozia è un'antica colonia fenicia fondata nell'VIII sec. a.C. su una delle quattro isole della laguna dello Stagnone, l'isola di San Pantaleo (nome datole in periodo alto medievale da monaci basiliani ...

[continua]

Erice

Sulla sommità del Monte San Giuliano, a 571 mt d'altezza sorge Erice: il suo nome deriva dal siculo-italico Eryx, che significa monte. La zona, di straordinaria bellezza, e naturalmente munita, fu abitata sin ...

[continua]

Hotel Melqart
Via Mulini, 10/12/14 - 92019 Sciacca (Ag)
telefono: +39.092521828 - email: info@melqarthotel.it
Partita IVA: 02378990846
La Nostra Struttura Tariffe & Servizi Offerte & Promozioni Il Melqart Arrivare da Noi Eventi Contatti Fotogallery
Concept & design by www.comunicas.it