Palermo

Palermo è il capoluogo della Sicilia e quinta città d’Italia (660.460 abitanti, ma oltre un milione considerando l’hinterland).
Posta al centro del Mediterraneo, culla delle più antiche civiltà, la città è stata da sempre crocevia di culture fra Oriente e Occidente. Luogo strategico di transito, scalo privilegiato di traffici mercantili e commerciali, approdo di popoli di razze, lingue e religioni diverse, Palermo ha affascinato visitatori e stranieri per la sua felicissima posizione, la mitezza del clima e la bellezza dei luoghi.
Anche per questo, innumerevoli sono state, nei secoli, le dominazioni subite. Fondata dai Fenici nel VII sec. a.C. con il nome di Ziz, fiore, viene conquistata dai Romani che le danno il nome di Panormus (dal greco, tutto porto) che, con poche modifiche (l'arabo Balharm) è giunto fino a noi.

Il periodo felice della città ha inizio sotto il dominio arabo (IX sec. d.C.). quando diviene uno dei principali centri islamici in occidente. La città si espande e nascono nuovi quartieri urbani al di là dei confini del centro storico detto il Cassaro (dall'arabo Al Quasr, il castello, antico nome anche della via principale, oggi corso Vittorio Emanuele). In particolare, nei pressi dello sbocco sul mare nasce la Kalsa (da al Halisah, l'eletta), quartiere fortificato e residenza dell'emiro.
Nel 1072 la città cade in mano al normanno conte Ruggero, ma il passaggio non avviene in modo violento: ai mercanti, gli artigiani e più in generale alla popolazione musulmana (ma anche di altre razze e religioni) viene consentito di continuare a vivere e ad esercitare la propria professione. E' proprio questo che permette il diffondersi dello stile poi detto arabo-normanno, bellissima miscela di motivi sia architettonici che decorativi.

La città prospera e si arricchisce di apporti delle diverse culture. Ruggero II, figlio del "conte", amante del lusso, fa nascere ovunque giardini di foggia orientale con lussuosi palazzi (la Zisa, la Cuba) e si circonda di letterati, matematici, astronomi ed intellettuali provenienti da ogni dove. Dopo un breve periodo di scompiglio e decadenza, Palermo e la Sicilia passano nelle mani di Federico II di Svevia (1212), sotto il quale la città riacquista centralità e vigore. Si susseguono gli angioini, cacciati alla fine della cosiddetta Guerra del Vespro, gli Spagnoli e, nel '700, i Borboni di Napoli che vestono la città di palazzi barocchi.

L'Ottocento segna l'apertura della città ai commerci ed alle relazioni con l'Europa. La borghesia imprenditoriale è la nuova forza economica e la nuova "committente". E la città allarga i suoi confini. Viene inaugurato il viale della Libertà, continuazione di via Maqueda, ed il quartiere che vi sorge attorno si arricchisce di creazioni liberty.

Ti potrebbe interessare anche:

Richiesta disponibilitÓ

Nome:
Cognome:
Email:
Telefono:
Persone:
dal:
al:
  Privacy
Note:
 
Copia il codice qui:

LocalitÓ siciliane

Sciacca, ottimo punto di partenza per effettuare escursioni di un giorno o più, verso le più rinomate località siciliane.
Conoscere la Sicilia visitando luoghi, ognuno dei quali con proprie  caratteristiche, artistiche, architettoniche, gastronomiche.

Palermo

Palermo è il capoluogo della Sicilia e quinta città d’Italia (660.460 abitanti, ma oltre un milione considerando l’hinterland).
Posta al centro del Mediterraneo, culla delle più ...

[continua]

Sciacca

Thermae Selinuntine in epoca greca, Aquae Labodes sotto Diocleziano. I due antichi toponimi riassumono già la caratteristica per cui la Sciacca di oggi è conosciuta in tutto il mondo come la ...

[continua]

Segesta

Segesta fu una delle principali città degli Elimi, un popolo di cultura e tradizione peninsulare che, secondo la tradizione antica, proveniva da Troia.
La città, fortemente ellenizzata per aspetto ...

[continua]

Selinunte

Fondata nel 651-650 a.C. o nel 627 a.C., Selinunte costituì la punta avanzata dell’elemento greco verso la Sicilia occidentale. Sorse su un promontorio sul mare, tra due fiumi con l'estuario allora ...

[continua]

Hotel Melqart
Via Mulini, 10/12/14 - 92019 Sciacca (Ag)
telefono: +39.092521828 - email: info@melqarthotel.it
Partita IVA: 02378990846
La Nostra Struttura Tariffe & Servizi Offerte & Promozioni Il Melqart Arrivare da Noi Eventi Contatti Fotogallery
Concept & design by www.comunicas.it